CORTE D’APPELLO FEDERALE – Ridotta la squalifica a Mammola, prosciolto Di Mattia

05 Novembre 2015
Author :  
Roberto Mammola, ex attaccante del Nizza

Per i fatti avvenuti nella gara Nizza-Vianney dell’aprile 2014, l’ex attaccante del Nizza passa da 4 anni a 10 mesi di squalifica

E’ un caldo finale di stagione, quando si incontrano Nizza e Vianney. I primi sono ancora in corsa per i playoff, i secondi già salvi. La partita la vince il Nizza e alla fine si scatena una rissa furibonda che provoca danni permanenti al calciatore del Vianney Francesco Scolaro. Come se questo non bastasse spunta fuori anche un presunto caso di “combine”.

Tra tutti i partecipanti alla rissa viene riconosciuto più colpevole di tutti Roberto Mammola, attaccante del Nizza, accusato quindi per le percosse del finale, ma anche di illecito sportivo, perché sembra appunto che prima della gara sia partita qualche telefonata per convincere i giocatori del Vianney a far vincere agevolmente il Nizza.

Il primo collegio della Corte Federale d’Appello ha giudicato assolutamente infondato l’ipotesi di illecito sportivo: ‹‹[…] la ricostruzione del presunto illecito sportivo non poggia su indizi gravi, precisi e concordanti bensì su mere congetture che non possono giustificare la dichiarazione di responsabilità a titolo di illecito sportivo››. Antonio Di Mattia, compagno di Mammola, è stato quindi prosciolto e la sua squalifica di 3 anni è stata cancellata. Ridotta invece da 4 anni a 10 mesi quella di Mammola, cui oltre ad essere stato cancellato l’illecito sportivo, sono state accordate anche delle attenuanti nell’episodio della rissa finale, come recita la sentenza: ‹‹[…] per il fatto di non essere pervenuti all’identificazione, nel solo ricorrente (Mammola, nda.), del responsabile della gravissima menomazione fisica derivata Simone Scolare a seguito dell’episodio di violenza di cui è giudizio, menomazione che potrebbe essere stata determinata anche da condotte violente poste in essere da altri soggetti››.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annuario Piemonte

Raccontare lo sport è come raccontare un po’ di noi stessi. E’ una molla che scatta, un interesse che cresce, una conoscenza che lievita.

P.IVA 01261460057

Seguici su Twitter