Rubriche

E' tornato dopo aver battuto la leucemia. E i compagni gli hanno regalato un'emozione unica, riaccogliendolo con delle magliette celebrative in suo onore. Ivan Dinocca, dopo tre anni e mezzo di assenza, è tornato in campo e lo ha fatto nella sfida vinta 3-1 contro il Cenisia in Coppa Italia di Promozione. L'estremo difensore del Lucento è riuscito a ricominciare a giocare a calcio dopo aver sconfitto una forma di leucemia che lo ha colpito nel 2013 e ieri sera si è goduto una serata tutta per lui, che difficilmente dimenticherà visto il grande gesto fatto dai compagni. Bentornato Ivan!

Nino Greco Ferlisi ha messo tanta, tantissima paura alla Juve. Una paura che ha fatto rivivere a Massimiliano Allegri l'incubo dell'amichevole di due anni fa persa 3-2 contro il Lucento. Il bomber classe '78, appena approdato al SanMauro dopo una stagione vissuta fra Venaria e Caselle, ha fatto vedere ancora grandi tocchi di classe e il gol del momentaneo vantaggio gialloblù (la gara è poi terminata 6-1 per la Juve) porta la sua prestigiosa firma. Lemina, saltato da Greco Ferlisi in occasione della rete dello 0-1, e Del Favero, il portiere della Primavera bianconera beffato nella circostanza, non si dimenticheranno facilmente il volto di un bomber che ha fatto tremare i giganti juventini. Una soddisfazione immensa, soprattutto per un cuore milanista come il suo, che si è tolto lo sfizio di far male alla Vecchia Signora.

Gianluca Lapadula, il nuovo attaccante del Milan, sta vivendo dei giorni meravigliosi. Dopo la firma con il club rossonero (che lo ha prelevato dal Pescara per 9 milioni di euro), il giocatore si è sottoposto ad un addio al celibato (si appresta a sposare la fidanzata Alessia) da sogno con gli amici di sempre. Fra cui spiccano l'inseparabile fratello Davide, appena migrato verso Sondrio e l'attaccante del Chieri Alessandro D'Antoni, in sintonia con "Lapa-gol" sin dai tempi delle giovanili della Juve. E, a Civitanova Marche, i ragazzi si sono goduti un weekend di puro divertimento

Massimo Gardano, Marco Fornello e Mario Gatta: che ci fanno tutti e tre insieme a Lione ad assistere a Italia-Belgio? L'amicizia che li lega li ha portato in terra francese, per seguire gli azzurri. Risultato? 2-0 per l'Italia e Belgio annientato da Giaccherini e Pellè. Adesso, non ci resta che sperare che rimangano lì per un mese, visto che sembra che portino bene ad Antonio Conte...

Un gruppo forte, unito e compatto, che ha saputo regalare al Piemonte intero emozioni uniche e speciali. La Valenzana Mado, dopo i playoff nazionali persi ai supplementari contro il Saint Georgen, si è concessa il lusso di andare a cena per chiudere una stagione bellissima, che stava per regalare agli orafi il sogno di conquistare la Serie D. Il sogno è svanito, ma poco importa: le imprese di Teti e compagni rimarranno indelebili e nessuno potrà mai cancellarle

Una liberazione. Il triplice fischio del playout Caselle-Pro Collegno ha tolto un peso ai rossoneri, che dopo una stagione molto travagliata hanno trovato un piccolo angolo di pace grazie alla salvezza, che garantisce al Caselle un altro anno di Promozione. E a fine gara le lacrime del presidente Nico Pertosa e del vicepresidente Bruno Giordano rappresentano l'emblema di un'annata difficilissima, ma conclusasi con la più bella delle soddisfazioni

Annuario Piemonte

Raccontare lo sport è come raccontare un po’ di noi stessi. E’ una molla che scatta, un interesse che cresce, una conoscenza che lievita.

P.IVA 01261460057

Seguici su Twitter