SOCIETA' IN VETRINA/ Si presenta il nuovo San Giacomo Chieri

23 Luglio 2016
Author :  

La società del presidente Antonio Tedesco presenta i nuovi innesti della Prima Squadra di Alan Melega e fa il punto sul Settore Giovanile, fiore all'occhiello di una realtà in costante crescita

Nella bucolica cornice dell’agriturismo la Vijà di strada Tetti Lusso il San Giacomo Chieri ha presentato le tante novità in arrivo per la stagione 2016-2017. Il locale la Vijà si presta molto bene ad una società che ha sempre messo al centro della sua attività gli aspetti più aggregativi e sociali. Il messaggio preciso e deciso che la società vuole dare si esprime sin da subito con le parole di Gambino: «Questa sera l’attenzione sarà focalizzata sulle novità della prima squadra, senza però tralasciare l’importante ruolo svolto dal settore giovanile e dalla scuola calcio, attraverso i quali si lavorerà in funzione della prima squadra con umiltà e la determinazione».

La prima sorpresa non tarda ad arrivare: è il momento di annunciare l’ingresso in scena di una figura di spicco nel mondo del calcio locale: Pino Abelardo, ex dirigente al Torino Calcio ed ex presidente del Pino Calcio, a cui la società conferisce pieno mandato decisionale nel ruolo di direttore generale. Egli pone al centro del proprio discorso proprio quegli aspetti legati all’umiltà e alla serietà nell’affrontare le sfide cui si andrà incontro nella prossima stagione: «Sono nato nel settore giovanile, ma non ho mai disdegnato le prime squadre», afferma subito Abelardo, che aggiunge: «Le parole di Gambino creano molte aspettative, la paura c’è ma c’è soprattutto la voglia di cooperare con uomini e persone motivate per lavorare giorno per giorno in vista di un progetto il più accrescitivo possibile». Poi il direttore generale porta l’attenzione anche al settore giovanile: prima elogiando l’ottimo operato di Sergio Vergnano, impegnato nel lavoro con i ragazzi già da un anno e poi evidenziando il gran lavoro di Mauro Nano, da sempre attento ai valori della correttezza, della sportività in campo e dell’attaccamento alla maglia.

Alla guida della scuola calcio sarà il responsabile Livio Luzio. Tra le novità nell’organigramma composto da trentasette persone si segnala Vasile, mister in arrivo dal Calcio Chieri e Stassano, che preparerà i portieri del settore giovanile e della prima squadra. Tino Mogni invece sarà il team manager della prima squadra, supportato al meglio da Antonio Stassano e Davide Curreu (massaggiatore) che insieme a Mario Anselmi coopereranno «per riscattare la società al meglio e per poter arrivare lì dov’è il Pavarolo», come ha affermato lo stesso Mogni. Parole importanti, le sue, volte soprattutto a motivare l’uomo con cui si è giunti alla salvezza nella sfida contro l'Usaf Favari: Alan Melega, riconfermato in panchina e che, invece, non azzarda alcun pronostico. Il capitano sarà Mattia Frandino che guiderà la squadra composta da Alessandro Gobetti, Giulio Grosso, Simone Stevenin, Daniele Parrino, Fabio Tassin, Enrico Gilli, Stefano Bovero, Christian Presta, Mattia Anselmi, Stefano Nano, Alessandro Bosco, Francesco Vergnano, Simone Favaro, Davide Torta, Alberto Bordino, Mirko Caponi, Giuseppe Pisani e i nuovi arrivati Federico Benedicenti, Dario Calzolai (ex difensore Usaf), Marco Martino che arriva da importanti esperienze professionali all’Aquila e Imperia, la nuova punta Eugenio Mastroianni e Biagio Tucci.

A chiudere l’evento è stato proprio il presidente Antonio Tedesco definitosi, così come ama definirlo Abelardo, “il presidente del fare”. Queste le sue parole conclusive: «Ho sempre svolto al meglio il ruolo di intermediario tra la società, i genitori e i tifosi, tenendo sempre alta la bandiera dello sport e dei valori associativi. Ai nuovi dico di continuare a credere in questa vera e propria visione».

 

CHIARA SABBADINI

 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annuario Piemonte

Raccontare lo sport è come raccontare un po’ di noi stessi. E’ una molla che scatta, un interesse che cresce, una conoscenza che lievita.

P.IVA 01261460057

Seguici su Twitter