Ecco due segnali da non ignorare che potrebbero evidenziare la presenza di un tumore al pancreas fino a tre anni prima.

Distribuire Pieghevole Indice dei contenuti

Il tumore del pancreas è uno dei tumori più aggressivi, in quanto si diffonde rapidamente ed è difficile da individuare: la maggior parte dei sintomi compare in modo molto lieve o si manifesta quando la malattia è molto avanzata.
Nonostante sia uno dei tumori più devastanti, il suo tasso di guarigione potrebbe migliorare grazie a una recente scoperta. Consapevoli dell’importanza della diagnosi precoce della malattia, un gruppo di ricercatori ha condotto uno studio sui segnali che possono essere percepiti prima della diagnosi.

Due segnali importanti

I risultati hanno portato alla scoperta di due biomarcatori che potrebbero essere di grande aiuto nella diagnosi del cancro al pancreas fino a tre anni prima. Il primo suggerisce che i pazienti iniziano a sviluppare livelli di zucchero nel sangue anormalmente elevati perché l’organo danneggiato non produce abbastanza insulina, l’ormone che la regola.
Il secondo, invece, mostra che i soggetti affetti dalla malattia avevano un’anormale sottopeso, e anche il loro indice di massa corporea (BMI) era più basso rispetto alle persone della stessa età che non erano malate.

Lo studio

Per giungere a queste conclusioni, gli autori hanno confrontato il BMI e i livelli di zucchero nel sangue di 8.777 pazienti affetti da tumore al pancreas con quelli di quasi 35.000 persone appaiate per età e sesso senza tumore al pancreas.
Hanno quindi esaminato gli indicatori per i cinque anni precedenti la diagnosi dei pazienti e li hanno confrontati con lo stesso periodo di tempo nelle persone senza cancro.
A questo proposito, gli esperti sottolineano l’importanza dei controlli annuali che consentono di effettuare uno screening e una diagnosi precoce. Questo sarebbe fondamentale per consentire ai pazienti di sopportare meglio le cure, essendo meno deboli, e di sottoporsi, se necessario, a interventi chirurgici salvavita.
Questo articolo ha lo scopo di informare e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedete sempre al vostro medico o allo specialista se avete domande sulla vostra salute o prima di iniziare un trattamento.