Ecco i pericoli che si corrono se non si rimuove la muffa che può formarsi in casa

La muffa all’interno della casa non è solo un inconveniente estetico, ma può anche diventare un serio problema di salute, per cui gli esperti consigliano di eliminarla il prima possibile.

Questo tipo di fungo tende a proliferare nei luoghi in cui si accumula umidità, come ad esempio nelle cucine, nei bagni o anche nelle pareti se avete un problema di isolamento.
Tramite le spore, la muffa può diffondersi in diversi punti della casa, contaminando gli oggetti e l’aria che incontra.

Perché è pericoloso?

Il fungo viene talvolta definito un composto tossico, ma secondo una ricerca del 2017 non ci sono prove sufficienti per essere certi che le tossine emanate dalla muffa o la sua esposizione possano causare gravi malattie respiratorie come il cancro, emorragie o mal di testa.
Ma esiste la possibilità che gli stabulari siano contaminati da un fungo specifico, la S. chartarum che può causare un avvelenamento noto come micotossicosi. I sintomi includono dolori corporei, sbalzi d’umore, perdita di memoria e mal di testa ed epistassi.

Inoltre, una ricerca condotta nel 2016 ha rilevato che l’esposizione precoce dei bambini all’organismo può essere associata a una maggiore probabilità di ricevere una diagnosi di asma.
Nella maggior parte dei casi, però, l’esposizione a questi organismi può provocare la presenza di alcuni sintomi nelle persone più sensibili, allergiche o asmatiche.
Alcuni dei sintomi che compaiono con l’allergia alle muffe includono:

  • Tosse.
  • Frenesia.
  • Congestione nasale.
  • Occhi irritati e arrossati.
  • Eruzione cutanea.
  • Mal di gola.

Questo articolo ha lo scopo di informare e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedete sempre al vostro medico o allo specialista se avete domande sulla vostra salute o prima di iniziare un trattamento.