Ondata di calore: ecco come riconoscere se siete disidratati

La nuova ondata di calore colpisce le regioni centrali del Paese. In questa seconda settimana di dicembre, secondo le previsioni dei meteorologi, i termometri si avvicineranno ai valori di 35 °C.
In considerazione delle condizioni meteorologiche previste, ci sono alcune precauzioni da prendere, soprattutto se si vuole evitare la disidratazione.

“Il corpo è composto per il 60% da questo elemento. Ecco perché è così importante rimanere idratati, poiché le cellule hanno bisogno di acqua per funzionare correttamente, soprattutto in un contesto ambientale in cui perdiamo naturalmente idratazione”, ha spiegato un nutrizinista.
Anche se spesso si raccomanda di bere 8 bicchieri d’acqua al giorno, a seconda dell’individuo, questa quantità può essere esagerata o insufficiente.

Come faccio a sapere se sono disidratato?

Gli esperti concordano sul fatto che il sete è il primo segnale da ascoltare, ma si raccomanda di avere sempre dell’acqua a portata di mano e di non aspettare sempre di avere sete per consumarla.
Soprattutto quando fa molto caldo o durante un’attività fisica più impegnativa, è più probabile che i liquidi assunti siano carenti.

Secondo gli esperti, la disidratazione può manifestarsi anche con affaticamento, vertigini o confusione ma bisogna stare attenti alla sua presentazione più estrema, la colpo di calore.
Si verifica quando i meccanismi termoregolatori dell’organismo vengono sopraffatti da un’eccessiva esposizione a un ambiente caldo, combinata con un’insufficiente assunzione di liquidi. I bambini e gli anziani sono i gruppi più a rischio”, ha detto lo specialista.

Per evitare questa complicazione, gli esperti raccomandano di consumare costantemente liquidi, di proteggersi dal sole con i vestiti e di indossare abiti leggeri e larghi.
Questo articolo ha lo scopo di informare e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedere sempre al medico o allo specialista se si hanno dubbi sulla propria salute o prima di iniziare il trattamento.