Questo è il nuovo modo in cui si diffonde il vaiolo delle scimmie, dicono gli esperti

Il 23 luglio 2022, il Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato un’emergenza sanitaria di rilevanza internazionale per l’epidemia di vaiolo delle scimmie, una malattia ignorata dalla popolazione.

In Cile, l’ultima segnalazione di vaiolo delle scimmie da parte del Ministero della Salute (24 novembre), registrava 1.311 casi (1.292 confermati e 19 probabili) e 153 ricoverati. Il primo decesso è stato confermato il 13 di questo mese. domenica 27 è stato segnalato un secondo decesso.
Sebbene fosse comunemente noto che questo virus, del genere Orthopoxvirus, e la relativa malattia si trasmettessero attraverso il contatto ravvicinato, un recente studio di scienziati spagnoli, pubblicato sulla prestigiosa rivista medica The Lancet, ha fatto una scoperta su un nuovo virus, l’Orthopoxvirus. nuova possibile forma di contagio.

Quale sarebbe la nuova forma di contagio?

Gli scienziati hanno trovato elevate quantità di virus nell’aria e nella saliva delle persone infette il che rende possibile che, oltre al contatto sessuale o ravvicinato, possa essere trasmessa anche per via aerea.
Lo studio ha coinvolto diverse università e centri specializzati.
Il team ha analizzato i campioni di saliva di 44 pazienti che, tra il 18 maggio e il 15 luglio 2022, hanno visitato due centri sanitari di Madrid. Nel 66% di essi è stato trovato del DNA virale che “ha mantenuto la sua capacità infettiva“.

Gli scienziati hanno anche rilevato la presenza del virus nella maggior parte delle maschere e, grazie a filtri in nanofibre, hanno trovato il DNA virale nell’aria, a una distanza di fino a tre metri dal paziente.
Un ricercatore ha dichiarato che “i dati epidemiologici suggeriscono che la trasmissione del virus del vaiolo delle scimmie avviene principalmente per contatto, ma alla luce di questi nuovi risultati, ci proponiamo di non sottovalutare e di monitorare la possibilità che può essere trasmessa anche attraverso le goccioline di saliva e per via aerea.“.

Questo articolo ha lo scopo di informare e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedere sempre al medico o allo specialista se si hanno dubbi sulla propria salute o prima di iniziare il trattamento.