Verme solitario? Ecco 4 sintomi che possono indicare la presenza del parassita

Le tenie sono vermi che vivono nell’apparato digerente degli esseri umani e che possono raggiungere dimensioni fino a fino a 25 metri di lunghezza. Fortunatamente, questa infestazione parassitaria è rara e non rappresenta un grave pericolo per la salute dell’uomo.
Può essere contratta consumando alimenti o bevande contenenti uova o tracce di questi vermi. Una volta entrato, il verme si alloggia nelle pareti dell’intestino e si nutre del cibo che entra nel sistema per essere digerito.
Per evitare il più possibile di contrarre la tenia, è importante lavarsi sempre le mani, soprattutto dopo aver usato la toilette o prima di mangiare. Inoltre, per la prevenzione è essenziale mantenere la catena del freddo sulla carne, congelarla 24 ore prima della cottura per uccidere le uova e cuocerla accuratamente prima del consumo.

Quali sono i sintomi?

Alcuni dei sintomi che possono essere causati dai parassiti sono:

  • Nausea.
  • Diarrea
  • Dolore addominale
  • Perdita di peso o inappetenza non intenzionale.

Nel caso dei bambini, la punta del verme può essere sentita o vista sporgere dall’ano, oppure si possono vedere tracce del verme nelle feci.
Per confermare la diagnosi, è necessario ottenere campioni di feci per verificare la presenza del verme. Se il caso è positivo, il medico prescriverà i farmaci antiparassitari appropriati per eliminare i vermi.

Questo articolo ha lo scopo di informare e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedere sempre al medico o allo specialista se si hanno dubbi sulla propria salute o prima di iniziare il trattamento.